mercoledì 29 ottobre 2014

UNIVERSITà POPOLARE TRASPARENTE

Non poca attenzione ha destato l’annunzio della nascitura Università Popolare di Marineo a Marineo. Anche noi non ne siamo stati esenti entrando in diverse polemiche (perché no ? ) . Siamo andati dal fraintendimento di un cognome con l’arrogante e susseguente insulto di chi tirato in causa anzicchè precisare si è scagliato contro le “qualità” dei marinesi, alla stessa Fondazione. Quest’ultima nel travaglio di una nuova gestione-direzione partita con belle idee alla fine è scivolata anche lei in quella che da tempo abbiamo definito “mentalità anomala” per non dire altro. Da noi esiste , nell’era della comunicazione globale, la comunicazione a senso unico. Boriosa e arrogante largamente usata dalla politica locale che ha contribuito a esasperare gli animi. Più grave se da parte cattolica perché la sinistra (vedi gli ultimi eventi nazionali) non riesce in un confronto chiaro e usa i vecchi metodi di scioperi generalizzati e posizioni arroccate. La parte cattolica ricca di un egemonia di conoscenze è arrivata a esporre arrogantemente per oltre quattro mesi il culto della personalità di un esponente che usa la cultura come grimaldello arrivando a chiedere addirittura intestazioni di vie o piazze per meriti acquisiti. Due personaggi (di cui uno a Roma) con un tremendo culto della personalità a livello di ricovero psichiatrico. Con l’avvento del Fiduccia nella Fondazione abbiamo sospeso il giudizio pensando che la Curia volesse correggere l’errore di aver spinto troppo il personaggio che da più di trentanni domina la scena politica e culturale. Abbiamo abbondantemente sostenuto il Fiduccia elogiando le sue opere di architetto, di pittore di copie d’autore, di progettatore , sino all’ultima uscita del nuovo Cimitero. Ne abbiamo subito sposato l’idea ( il fatto di aver suggerito questa formula in campagna elettorale ha “beatificato” i riprenditi come ne fossero gli inventori) , sino all’inquinamento da parte di certi politici usi a curare solo i loro interessi e non anche quelli della comunità. Il risultato è che non si è riusciti a fare un analisi seria della proposta cimitero. Tutti se ne debbono accollare una parte di colpa. Abbiamo atteso la nuova gestione della Fondazione con qualche gesto “nuovo” perché avvisarci di tante nuove iniziative culturali è già nello statuto della Fondazione stessa. Aspettavamo almeno che venisse resa nota la situazione finanziaria dopo la disastrosa gestione del Premio di Poesia (vedi relazione del Fiduccia) cosi da poter respirare aria nuova. La bella idea della Università Popolare , viziata dalla vicinanza di Bolognetta , tranquillizzata dalla consulenza della Muratore (non nuova a queste esperienze) ha causato una serie di dubbi e commenti oltre il dovuto. Già la scelta dei docenti discriminante verso alcuni, la scelta di corsi il cui successo è tutto da verificare . Pur considerando la tipica settarietà del marinese che non condivide ciò che altri crea se non viene coinvolto ora si aspettano le iscrizioni. Non so se l’esperienza della Muratore trasmetterà gli elementi base della buona riuscita di questa operazione. Bisogna considerare che ben l’80 per cento degli iscritti saranno insegnanti in pensione che soffrono la pensione , e il restante saranno pensionati di vario genere , qualche casalinga , qualche professionista disponibile . Ma è chiaro che gli stessi docenti si debbano procurare i corsisti. Noi fatte le debite osservazioni dobbiamo incentivare questa iniziativa lasciando stare (anche perché ripetita stufant…) le riserve e augurandoci che chi gestisce una Università (seppur popolare) non può venir meno alla trasparenza . Non abbiamo riscontrato (e quando mai) molto entusiasmo in Comune su questa iniziativa e questo ci dà l’impressione che le risorse culturali siano già prenotate …more solito. Ora il Fiduccia non faccia l’imitatore e non copra solo un ruolo assegnatogli, uscendo da quello che noi abbiamo scherzosamente chiamato Loggetta (grazie alla loggetta del colleggio). Dopo essere stato nominato ora ci mostri che almeno uno in questo paese vive di luce propria. Non faccia il “rancoroso” (si documenti dal Parroco su questo tema) perché nessuno è obbligato ad elogiarlo prima di aver visto qualche risultato. Tantomeno noi, che già lo abbiamo apprezzato in altra veste.

domenica 26 ottobre 2014

HYDE PARK 2 QUALCHE FOTO

La località dove si incontrarono....
Il capolavoro di Salvatore Pulizzotto:la porchetta personalizzata
E se non fossi d'accordo ?
Solo interessati....

Per l'occasione quaglie grandi come polli..."trattate" da Fabio Vella

Sua maestà il fagiano, la foto delle fagianelle non è pubblicabile

Musica e strumenti fra dipinti

Musica al Castello








sabato 25 ottobre 2014

A NUCCIO BENANTI !



Hai ben motivo a non definirti mio amico anche se la mia stima non è mai venuta meno sino a quando hai deciso in modo “da agitprop” di scendere apertamente in politica in un modo che non mi piaceva. Ma vengo al motivo di questa mia per felicitarmi per la tua salute. Ero preoccupatissimo e aspettavo da un momento all’altro che la cronaca ci riportasse la notizia stile anni 40-50 quando i gerarchi buttavano giù dai balconi altri gerarchi. Pensare che qualcuno potesse “defenestrarti” dal solido balcone del nostro municipio mi angosciava perché le giornate e nottate passate in quella stanza a difendere l’indifendibile , a “certificare” le migliaia di “promesse mantenute” da te inventate per “disciplina di partito” pensavo che qualcosa avrebbero sortito. Ho come testimoni le decine di pensionati seduti inutilmente alla villa ad attendere “questo volo” (anche inviati stranieri d’oltre oceano). Poi corsi in farmacia e chiesi a che livello fosse la vendita delle “purghe” sotto lo sguardo esterrefatto dei farmacisti… Poi pensai ai processi di Praga ai lager sovietici e all’altruismo di Stalin…Giuro che la tua assenza dal passeggio mi diede il colpo di grazia e se non fosse che il cimitero fosse chiuso e senza loculi sarei ancora alla ricerca … E’ sbalorditivo che una intelligenza come la tua possa aver messo il “suo futuro” nelle mani dell’unico uomo capace di conservare metodi stalinisti. Vederti buttato in una foiba, abbandonato e sostituito da uno che certamente non ha i tuoi stessi titoli è degno solo di chi non ha “parola”. 
Eppure lui arringa ancora il popolo malgrado sia spergiuro , inumano e irriconoscente. Ancora oggi chiede fiducia e la gente in automatico sceglie l’opzione che il colpevole sia tu. Costui maestro nell’usa e getta con te ha raggiunto il massimo perché ti ha messo nella condizione di non poterti lamentare essendo stato complice e purtroppo oggi vittima. Non sono stato certo io ad inventare le purghe staliniste, le epurazioni, il buttare i compagni dai balconi. Quindi devi ritenerti fortunato che tu sia ancora vivo e non “eliminato” ! Ora che hai pagato di persona riconoscerai che il ruolo di San Francesco che parla con il lupo o quello di Daniele che fraternizza con il leone non si addice a chi è di suo lupo e leone !
Vai a Lourdes e ringrazia la Madonna visto che quelli che sono andati a Roma a trovare il papa al seguito dell’altra Madonna sono già tornati . Peccato che sono stati inquadrati come al seguito della Camusso che da buon sindacalista vi ha contati come suoi e quindi li considera come presenti al prossimo sciopero. Insomma stile sindrome di Godrano per dirla alla manumanchese. Ora cerca di non cadere dalla padella nella brace …nuovamente. Conta solo nelle tue capacità che valgono molto di più di quelle altrui messe assieme. Spero che crederai che scriverti sia costato anche a me e te lo dimostra la foto allegata che per giorni ha occupato l’ultima pagina del GdS. 

PS eppure dovevi aspettartelo perchè lui è uso fare cosi. Quindi dovevi consultare il precedente suo autista e nel contempo avvisare il suo nuovo autista.

venerdì 24 ottobre 2014

MARINEO ABBONDANTE DI ACQUA E SCARSO DI VINO...BUONO !



Marineo abbondante di acqua e scarso di vino …buono !
Un giovane americano alla ricerca di “chi fuor li maggiori sua”  mi segnala ,vedi foto, un fatto apparentemente del tutto naturale ,può starci che una condotta si rompa, ma poi bisogna intervenire…
Insomma c’è voluto un americano per segnalarci quello che tutti i residenti o i contadini della zona vedono da giorni ! Una grossa pozza sulla strada che porta a Risalaimi dove passa la condotta idrica.Ormai la pozza è chiamata Scanzano 2 altri maredolce di risalaimi altri … irripetibile. Uno dice tanto alla fine la pagano i cittadini, un altro precisa che è il comune che la paga per poi metterla a carico del cittadino ! Altri vorrebbero subito passare a vie di fatto insomma chi compete fermare questo scempio ! C’è chi ricorda quando l’assessore santo intervenne per “dissetare” i cittadini aprendo le cataratte ! Un altro precisa ma li si trattava di aprire non di chiudere o riparare. Altri giurano di aver visto lo stesso assessore piccone alla mano assieme al Barbaccia scavare alla ricerca del punto critico mentre il Greco, per par condicio, assieme al nipote se la bevono l’acqua superstite per non farla andare persa … Ottimo il ragionamento di Padre Leo :mi avete chiesto di pregare affinché dopo questa lunga siccità arrivasse l’acqua per le nostre olive per i nostri agrumi e ora anzichè gridare al miracolo volete fermare il miracolo…
Ora il povero americano in cerca delle sue origini si lamenta e non riesce a capire perché sulla strada da Risaliami a Marineo non sia possibile intervenire sulla condotta e non si spiega perché l’acqua continua a uscire anche la notte quando la condotta è “saracinescata”. Al che uno gli spiega che oggi non si capisce cosa sta succedendo all’ente acquedotto che eroga acqua anche quando tutto è chiuso. Al che l’americano (ecco che non serve più cercare le sue origini perché è chiaro che sono marinesi) dice se di giorno eroga, di notte la condotta SI  svuota lasciando sul terreno acqua sufficiente a… fare del luogo un nuovo lago di Tiberiede e quindi uno per volta quelli della zona camminano sull’acqua con facilità… anche perché è risaputo sono tutti buoni cristiani….  

mercoledì 22 ottobre 2014

DE ARTE VENANDI CUM AVIBUS


Forse l'opera più famosa scritta da Federico II ,


Domani sera sarà servita nella immaginaria "magna curia" allestita per l'occasione al Castello dal maestro Salvatore Pulizzotto nel suo ristorante.
Intanto
Segnaliamo un interessante intervento sul blog del Virga
http://cesim-marineo.blogspot.it/2014/10/federico-ii-e-lislam.html





HYDE PARK 2
Infoline 3291864953
L’appuntamento è per giovedì 23 ottobre  alle ore 20
Nella sala la Caverna del ristorante il Castello di fronte al castello di Marineo .
L’idea nasce dalla vecchia tradizione londinese di Hyde Park dove chiunque, dal senzatetto al docente universitario , poteva salire su uno sgabello ed esprimersi  liberamente. Era uno spazio pubblico dentro un grande parco  pubblico dove la libertà era la sola Signora.
Una volta al mese parleremo di un tema dove non ci sono conduttori né “addetti alla cultura”
Questo Ottobre 2014 tocca a
Federico II  Hoenstaufen
(1194-1250)
Federico Puer Apuliae, Federico PapenKaiser, Federico Amir, La Magna Curia, I falchi dell’Arte Venandi,
La biografia è affidata a Cristina Domilici
La Magna Curia è affidata a Tommaso Salerno
Il cartellone di Federico II è raccontato da Onofrio Sanicola
 “La musica nel Castello” al tempo di Federico II a cura di Antonino Disclafani
La Scuola Poetica Siciliana  a cura di Franco Virga
Il territorio al tempo di Federico II a cura di Antonino Trentacosti
Inoltre
Un marinese ispeziona la tomba di Federico II
Questo non è un invito ma un avviso. L’ingresso e l’uscita sono liberi
DE ARTE VENANDI…
La serata continua con un menu fredericiano dove gli intervenuti si confronteranno sul tema.
Solo su prenotazione
Euro 10,oo  procapite per i partecipanti
(piatto unico di fagiano o cinghiale o maialino nero dei nebrodi, contorno  , pane, acqua ¼ di vino)
Infoline 331385457

martedì 21 ottobre 2014

FURIBONDA LITE SUI CORNICIONI DELLA CHIESA !




Come al solito a Marineo venire a sapere la verità è oltremodo difficile. E’ come per le elezionio ! Non si capisce mai chi ha vinto ! I numeri dicono Barbaccia mentre il manumanca sicuro di se organizza raccolte di firme per dimostrare che ha vinto lui. Il Barbaccia , per sua natura, fa governare i suoi padrini convinto che siano loro a dover lavorare e lui “osservare”. Insomma trovare la risposta non è facile. Ieri sera per esempio crollano i fregi del nostro “partenone” , cioè la chiesa madre. Almeno tre veicoli attrezzati dei pompieri, scale, e attrezzi. Cosa  si fa ! Chiudiamo la chiesa dice uno. Usiamo l’ingresso laterale dice un altro, i pompieri , forse diffidavano del parroco, e gli chiedono i documenti. Gira voce che sia ai domiciliari ! Bisogna raccogliere tutti i pezzi caduti , catalogarli perché altrimenti la Bellanca …(cioe la sovrintendenza)… Ma cosa è stato si chiede un altro ! E qui le verità si moltiplicano. Si va dall’attentato ad opera degli agghiastrisi per via dell’Università Popolare che gli stiamo svalutando alle vibrazioni dei marinesi focosi , alle animate riunioni di giunta ! Testimoni oculari parlano di “liti” violente sul tetto della chiesa con inseguimento sui cornicioni. Dicono che si sia visto il parroco su un capitello che divideva i due che se le davano di santa ragione ! Si fanno i primi nomi. 
Si analizzano ipotesi. Ecco la presenza dello Spataro  arricchisce il tema. Se uno dei due è lui chi sarà stato l’altro ? Il Parroco da buon Corleonese dice “non parlo nemmeno se mi pento !”. Quando mai a Marineo si ha la certezza di un fatto ? Una delle tre squadre dei pompieri grazie ad attrezzature avveniristiche si porta sul cornicione e a noi giungono solo mezze frasi ! Ci sono bisturi e siringhe, garze e medicinali ! Io grido allora l’altro è il dottor Antonetto, abita li di fronte ! Un altro pompiere grida c’è del sangue sul cornicione ! Cala il silenzio…
A questo punto decido di andar via perché da noi essere testimoni non è cosa ! Non faccio in tempo a passare sotto la maiolica di San Ciro che ne vedo uscire San Ciro con un braccio fasciato al collo seguito a ruota dall’altro. Allora domando ? Era chiaro che i bisturi erano miei , mi dice San Ciro. Si insisto ma il sangue ? Era di drago, si vedeva dal colore aggiunge San Giorgio, anche lui con un vistoso taglio alla gamba.
Ora tutto è chiaro tranne il perchè ! 

lunedì 20 ottobre 2014

L'APPUNTAMENTO è PER GIOVEDI 23 OTTOBRE ALLE ORE 20



HYDE PARK 2
Infoline 3291864953
L’appuntamento è per giovedì 23 ottobre  alle ore 20
Nella sala la Caverna del ristorante il Castello di fronte al castello di Marineo .
L’idea nasce dalla vecchia tradizione londinese di Hyde Park dove chiunque, dal senzatetto al docente universitario , poteva salire su uno sgabello ed esprimersi  liberamente. Era uno spazio pubblico dentro un grande parco  pubblico dove la libertà era la sola Signora.
Una volta al mese parleremo di un tema dove non ci sono conduttori né “addetti alla cultura”
Questo Ottobre 2014 tocca a
Federico II  Hoenstaufen
(1194-1250)
Federico Puer Apuliae, Federico PapenKaiser, Federico Amir, La Magna Curia, I falchi dell’Arte Venandi,
La biografia è affidata a Cristina Domilici
La Magna Curia è affidata a Tommaso Salerno
Il cartellone di Federico II è raccontato da Onofrio Sanicola
 “La musica nel Castello” al tempo di Federico II a cura di Antonino Disclafani
La Scuola Poetica Siciliana  a cura di Franco Virga
Il territorio al tempo di Federico II a cura di Antonino Trentacosti
Inoltre
Un marinese ispeziona la tomba di Federico II
Questo non è un invito ma un avviso. L’ingresso e l’uscita sono liberi
DE ARTE VENANDI…
La serata continua con un menu fredericiano dove gli intervenuti si confronteranno sul tema.
Solo su prenotazione
Euro 10,oo  procapite per i partecipanti
(piatto unico di fagiano o cinghiale o maialino nero dei nebrodi, contorno  , pane, acqua ¼ di vino)
Infoline 331385457